Controlla la tua attenzione perché diventi quel che pensi

Controlla la tua attenzione perché diventi quello che pensi
Tempo di lettura: 4 minuti

Controlla la tua attenzione perché diventi quello che pensi. La frase che segue ha più di 2000 anni, e sembra di ieri:

“La maggior parte di ciò che passa per intrattenimento legittimo è inferiore o sciocco e si rivolge o sfrutta solo la debolezza delle persone.”

Questa frase è del filosofo stoico Epitteto. Nulla può essere più importante del controllo dell’attenzione,  è così che utilizziamo il nostro tempo, prestando attenzione a delle cose piuttosto che altre.

Sai quando siamo in balia degli altri? Un esempio attuale è quando usiamo male i social media. Se non controlli la tua attenzione diventi una facile preda piena di debolezze.

Sia chiaro non sono contro tutti i media. Ma penso che spesso siamo manipolati dalle cattive informazioni. Se solo rifletti su una singola piattaforma social, sito Web di notizie, streaming, o qualsiasi app sul tuo smartphone noterai che siamo sopraffatti continuamente.

Rifletti su tutte le sollecitazioni che riceviamo. Cosa pensi che io faccia quando ricevo una notifica da Netflix su una nuova stagione della mia serie preferita? Fermo tutto il resto e guardo tutte le puntate, in pochi giorni.

E quando l’ho fatto, la prossima cosa che farò, sarà andare a curiosare su Prime Video o forse guardare alcuni video su Youtube.

Tutto questo mi porta lontano da scrivere tutti i giorni e riflettere sulla mia vita.

L’unica modo per sfuggire a questa catena è stare completamente fuori dai condizionamenti.

Controlla la tua attenzione, io voglio avere il controllo di me quanto più possibile.

Perché? Perché se non lo faccio ci saranno tante persone ansiose di prendere il controllo su di me.

E cosa succede se altri prendono il controllo delle tue azioni? Diventi un drone senza cervello.

Ecco alcuni consigli per controllare la tua attenzione

Per prima cosa, devi sapere quanto è importante essere consapevole della tua attenzione. Lasciami tornare ad Epitteto, egli ha spiegato di più nel manuale per vivere:

“Se non scegli da solo i pensieri e le situazioni a cui dare importanza, qualcun altro, lo farà per te, e non è detto che le sue motivazioni siamo migliori delle tue.”

La prima volta che ho letto questa frase, l’ho presa subito molto seriamente. Cominciai a pensare che dovevo essere io a scegliere di farmi coinvolgere da certe cose, situazioni, notizie, idee e messaggi.

Ecco alcune cose che ho fatto per avere più controllo.

1. Eliminare tutte le notifiche non necessarie ti tolgono il controllo

È possibile eliminare tutte le notifiche di ogni singola app sul telefonino. Quindi controlla la tua attenzione senza di mettere il tuo telefonino in modalità “non disturbare”, per tutto.

Io non silenzio completamente il mio telefonino, ma semplicemente quelle app che ritengo essere più invasive.

In questo modo ho più controllo su quello che appare sul telefonino e cattura la mia attenzione. Per esempio io voglio comunicare con telefonate e messaggi con la mia famiglia, con i miei amici, con il mio team di lavoro e i clienti. Mantengo attive anche le notifiche del calendario e gli alert di reminder.

Il punto è che dovresti utilizzare il tuo telefono con consapevolezza.

Decidi se vuoi una notifica o un’altra.

Hai davvero bisogno di conoscere tutte le breaking news?

Hai davvero bisogno di sapere chi ha messo il like al tuo post?

Probabilmente no.

2. Non usare i social per avere notizie non meritano tutta la tua attenzione

La quantità di immondizia sui social network è incommensurabile.

Se li vuoi usare, usali per connetterti virtualmente ad altre persone. Non li sostituire ai libri, articoli, o Wikipedia.

Non sono contro i social media perché sono uno strumento valido.

Il problema è che molte persone non sanno come usarli e si lasciano usare.

Pensano di avere il controllo, ma vengono influenzati di continuo.

Questo è il vero motivo per controllare la tua attenzione e non lasciarti sorprendere da cose che ti portano via tempo.

Sii consapevole  di come usare i social media. La verità è che non ti perderai nulla se non sei sui social media. Io li uso per essere connesso con i lettori che mi scrivono.

3. Focalizzarti di più sulla conoscenza e meno sull’informazione ti darà maggiore controllo

La conoscenza è fatta di dati,  dichiarazioni, avvenimenti. La conoscenza è come vengono organizzate determinate informazioni per descrivere un fatto.

Qual’è un esempio di informazione? Conoscere l’andamento medio annuale di un’azione quotata in borsa. Se questa conoscenza è utile per creare una strategia, allora tu hai bisogno di questa conoscenza.

Molte persone si nutrono di tante informazioni, ma di poche conoscenze. Questo perché, è facile, avere notizie. Ma acquisire conoscenza richiede impegno, energie e tempo.

Per esempio leggere un libro, partecipare ad un corso, è un serio investimento che richiede una reale decisione. Tu davvero devi riflettere: “Vale il mio tempo?” O almeno è quello che penso che tutti dovrebbero chiedersi.

Ma tu non te lo chiedi quando afferri il tuo telefono per scrollare notizie a caso? Alla fine pensi, che faccio di male “è solo un post sui social, un video breve, un articoletto,” e così via. Ma il problema è che vai nella tana del coniglio. E finisci per consumare molte più tempo di quello che immaginavi. Ma per la maggior parte sono notizie inutili.

Quando acquisisci conoscenza lo fai con l’intenzione  e la determinazione, non è improvvisato.

4. Dai maggiore attenzione a scrittori online

Mi piace leggere dei blog, si focalizzano su un argomento e lo sviluppano in direzioni diverse. In questo modo controllo la mia attenzione. Anche se non ho la pazienza di leggere dozzine di autori, mi focalizzo su pochi che mi piacciono di più. Non è un semplice scambio di followers, leggo alcuni che nemmeno mi conoscono, non ho bisogno di avere un fan per essere un fan.

Segui semplicemente chi sta facendo un lavoro che apprezzi. Non devi condividere con quella persona tutto il tempo, ma almeno dovrebbe piacerti il suo stile il suo punto di vista.

Oltre a questo, cibati solo contenuti che ritieni in linea con le tue idee, le tue azioni. E ignora tutto il resto.

Ti mancheranno alcune informazioni importanti? Probabilmente.

Avrai un po ‘di pregiudizi? Probabilmente.

Ma finché sei consapevole di quello che fai, va bene.

I tuoi pensieri sono influenzati dal controllo della tua attenzione

William James, il fondatore del Pragmatismo e pioniere della moderna psicologia, dice che:

“Quel che pensi diventa percezione, la percezione diventa realtà. Altera i tuoi pensieri, altera la tua realtà.”

Controlla la tua attenzione è importante, perché la tua attenzione influenza le tue idee e le tue azioni.

Per modificare i tuoi pensieri hai bisogno di due cose.

Uno, hai bisogno di gestire le voci negative dentro di te, molte persone lo fanno con la meditazione.

Due, hai bisogno di gestire le chiacchiere negative fuori da te evitando di esporti troppo a contesti che non ti piacciono.

Non significa che devi chiuderti in te stesso, ed isolarti dal mondo intero. Solo chiedi a te stesso, “merita la mia attenzione? Migliorerà la mia vita?

Se la risposta è no, allora lascia perdere, controlla la tua attenzione.

Fonte Darius Foroux

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.